La raccolta dei Bisi

A testimonianza dell’imprevedibilità delle stagioni, i bisi di Baone che lo scorso anno erano spuntati a fatica a fine maggio, quest’anno sono maturati nei campi fin dalla metà di aprile e in questi giorni stanno entrando nel periodo di massima produttività.

Sono tante le aziende agricole del territorio di Baone e Arquà Petrarca che in questi giorni hanno esposto i cartelli “Vendita piselli” e che contano di proporre ancora per qualche settimane il proprio prezioso raccolto. Quest’anno i cinghiali hanno colpito soltanto un appezzamento di Rivadolmo e anche la grandine della scorsa settimana ha lievemente danneggiato solo alcuni bisicoltori.

Sul sito www.festadeibisi.it è disponibile l’elenco completo e la piantina dei 21 bisicoltori che aderiscono all’associazione Bisi&Bisi e che effettuano la vendita diretta dei prodotti raccolti.

La Festa dei Bisi

A dispetto della primavera precoce, quest’anno la Festa dei Bisi slitta alla prima domenica di giugno (dal 30 maggio al 3 giugno l’evento) per l’appuntamento elettorale di fine maggio. I volontari della Pro Loco sono già al lavoro da fine aprile per sgranare i piselli freschi appena raccolti e surgelarli per lo stand gastronomico, riuscendo in questo modo a preservare la freschezza e le qualità del prodotto: sono già 4 quintali i piselli netti sgranati e nei prossimi giorni le scorte sono destinate ad aumentare.

Per i visitatori della festa si annuncia quindi la possibilità di gustare i tantissimi piatti a base di piselli, e anche di acquistare buone quantità di prodotto fresco grazie alle semine primaverili che dovrebbero giungere a maturazione proprio in corrispondenza della Festa.

Girogustando con i Bisi

I bisi saranno protagonisti anche sulle tavole di una decina di ristoranti prescelti sul territorio regionale, in una serie di serate a tema realizzate con la collaborazione di Confesercenti.

Scarica il comunicato stampa in formato PDF

Recommended Posts